TEMPO D’ANALISI – paradigmi junghiani comparati

imagesCAABVU4DIl panorama editoriale relativo alle riviste di  psicoanalisi si è arricchito da quasi tre anni di una nuova pubblicazione, “Tempo d’analisi – paradigmi junghiani comparati” (Aracne Editrice). Le ha dato vita alla fine del 2012 lo psicologo analista junghiano Antonio Vitolo, già presidente  dal 2006 al 2010 dell’Aipa (l’associazione junghiana più rappresentativa in Italia) nel tentativo, non facile in tempi di crisi economica e culturale, di aprire un confronto tra saperi e quindi modi diversi di agire nell’universo psicoanalitico contemporaneo. Un confronto, come si legge nella breve presentazione introduttiva del numero 0 uscito a fine  2012, che “appare meta di speranza, esercizio di tollerabilità di dissonanze e consonanze, orizzonte di ideazioni, sentimenti e comportamenti”.

Non a caso, il comitato scientifico è formato da psicoterapeuti di diversa formazione: Riccardo Bernardini è consigliere scientifico della Fondazione Eranos di Ascona e già professore di psicologia dell’Università di Torino, Andreas Giannakoulas è psichiatra e analista didatta dell’Associazione Italiana di psicoanalisi, Maria Antonietta Lucariello, psicoterapeuta ad orientamento analitico proviene dalla Tavistock Clinic di Londra, Fulvio Marone (scomparso nel 2013),  era psichiatra e analista lacaniano, già professore presso l’Università Federico II di Napoli, Nadia Neri è analista didatta dell’Aipa, specializzata nel lavoro con bambini e adolescenti, Antonio Vitolo, è analista didatta dell’Aipa e curatore con L. Aurigemma dell’edizione antologica delle Opere di Jung per Bollati Boringhieri.

Tentativo non facile, dicevamo, perché i tempi sono quelli che sappiamo, la crisi morde ancora  lasciando cicatrici profonde. Ogni iniziativa editoriale ha il sapore di una scommessa ed essere sopravvissuti, e in una condizione di buona vitalità, quasi tre anni dopo, è il segnale che la scommessa è stata vinta.

La diffusione di Tempo d’Analisi avviene via Internet: ogni numero può essere acquistato sul sito di www.aracneeditrice.it registrandosi e aggiungendo poi nel carrello il libro prescelto. La rivista è uscita sinora in quattro numeri, incluso il numero zero, con una cadenza poco meno che annuale. Ma il termine “rivista” è riduttivo, visto che in realtà si tratta di volumi di circa 250 pagine.

L’ultimo è stato pubblicato qualche mese fa. Da segnalare  all’interno il saggio “Musica, amore e gravità –Mozart e la fisica dell’illuminismo” di Joerg Rasche, una riflessione sull’incrocio fra psicologia analitica, musica e fisica; l’intervista-colloquio fra Antonio Vitolo  e Francesco Napolitano su alcuni temi fondanti della psicoanalisi fra cui il rapporto cervello-psiche;  il saggio sul mito di Faust all’interno del pensiero europeo, ad opera di Katrine Friis.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Psicoanalisi e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...