ADDIO A STEPHEN HAWKING GENIO DELL’ASTROFISICA

 

All’età di 76 anni è morto l’astrofisico Stephen Hawking. Era malato di sclerosi laterale amiotrofica (Sla), malattia che gli era stata diagnosticata all’età di 21 anni. I medici gli avevano dato al massimo due anni di vita. Costretto  su una tecnologica sedia a rotelle, era in grado di comunicare solo grazie a un sensore a infrarossi collegato agli occhiali, che lo scienziato riusciva a controllare tramite un muscolo della guancia. Grazie a questo sofisticatissimo sistema, messo a punto da Intel, Hawking poteva parlare attraverso un sintetizzatore, navigare su Internet, scrivere. A lui deve la teoria cosmologica sull’inizio senza confini dell’Universo (denominata stato di Hartle-Hawking) e la termodinamica dei buchi neri, la cosiddetta “radiazione di Hawking”. Quest’ultima ha rivoluzionato nel 1974 quanto si sapeva a proposito dei buchi neri, descritti come prodotto finale di una stella collassata, dotati di una smisurata attrazione gravitazionale tale da impedire anche alla luce di uscirne all’esterno, oltre l’orizzonte degli eventi. Fu Hawking a teorizzare che dal buco nero comunque sfuggissero delle particelle attraverso l’emissione di una radiazione elettromagnetica. Il meccanismo sarebbe il seguente: per via delle fluttuazioni quantistiche, nel vuoto si formano per brevissimi istanti coppie “particella-antiparticella”. Se ciò avviene nei pressi dell’orizzonte degli eventi di un buco nero, una delle due particelle viene inghiottita acquisendo energia negativa, diminuendo di conseguenza la massa del buco nero di una quantità infinitesimamente piccola. Il fenomeno, ripetuto in tempi enormi, porterebbe lentamente a una evaporazione del buco nero.

Questa voce è stata pubblicata in Fisica dei quanti, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...